🔥 FAI CRESCERE IL TUO BUSINESS ONLINE A PREZZO ESCLUSIVO PER SOLI

Giorni
Ore
Minuti
Secondi

UNISCITI AD UNA COMMUNITY DI OLTRE 300.000 PERSONE ⋗

Come aprire un canale YouTube di successo: la guida completa

Come aprire un canale YouTube di successo: la guida completa

Crea il tuo canale YouTube da zero e portalo al successo.

Tutte le strategie che hanno portato i miei video a 700.000+ visualizzazioni.

profilo-wildflowermood-170x170
Wildflowermood logo love

NOMADE DIGITALE – CONTENT CREATOR – DIGITAL MARKETING

‖ YOUTUBE +140K  ⨺ INSTAGRAM: +122K ⨺ PINTEREST +500K VISITE MENSILI ‖

Se sei qui significa che hai intenzione di aprire finalmente il tuo canale YouTube.

Non è troppo tardi, ma è il momento di agire.

Che tu voglia aprire il tuo canale per passione o per farlo diventare un lavoro non ha importanza.

E sappi che una non esclude l’altra, come nel mio caso.

Sono Francesca Ruvolo, sul web conosciuta come Wildflowermood, content creator specializzata in digital marketing e nomade digitale dal 2015.

Ed il mio canale YouTube è stato, e lo è tutt’ora, uno dei modi per guadagnare online e vivere viaggiando.

Sono passata da 0 a 144.000+ iscritti al mio canale, raggiungendo anche più di 700.000 visualizzazioni per video.

Vuoi sapere come ho fatto?

Trovi tutto qui sotto.

Non ti perdere.
Questo è l'indice per questa guida:

Come aprire un canale Youtube: tutto quello che c’è da sapere

Come aprire un canale YouTube: crea il tuo account step by step

Te lo avevo anticipato poco fa: questa è una guida completa che parte dalle basi, adatta anche ai principianti.

Il primo passo da compiere infatti, è proprio creare e personalizzare il proprio account YouTube.

Senza un account non ti sarà possibile caricare i tuoi video e passare quindi alla strategia per creare un canale di successo.

Vediamo quindi ora insieme, passo passo, come aprire ed ottimizzare un profilo YouTube.

Come creare un account YouTube

Creare un account YouTube è molto semplice.

Come prima cosa, se non lo hai ancora, crea un account Google.

Questo passaggio preliminare, per quanto semplice e scontato, merita una precisazione.

Se vuoi creare un canale YouTube per il tuo brand, la tua azienda o qualsiasi altro progetto lavorativo, ti consiglio di utilizzare una mail diversa da quella personale. Per questo motivo, se possiedi già un account Google personale, ti consiglio di creare un secondo account di lavoro.

In questo modo, sarai in grado di accedere a YouTube con le credenziali dell’account Google che ha le impostazioni della tua attività.

Imposta e personalizza il tuo canale​

Una volta creato il tuo profilo, non dovrai fare altro che inserire le impostazioni principali e personalizzarlo per rendere il tuo canale YouTube riconoscibile ed avere così un forte personal brand.

Non dovrai fare altro che cliccare sulla tua icona nell’angolo in alto a destra > il tuo canale > personalizza canale:

personalizza il tuo canale youtube

A questo punto potrai gestire:

  • Layout del tuo profilo: potrai scegliere i video in evidenza da mostrare nella prima parte del tuo canale, creare e gestire varie sezioni del tuo canale per organizzare al meglio i tuoi video.

Non preoccuparti troppo di questa parte finchè non avrai caricato almeno qualche video, potrai tornare in questa sezione ogni volta che vorrai.

  • Branding: immagine di profilo, immagine del banner del tuo canale e caricare una piccola immagine filigrana (come un logo o l’invito all’iscrizione al canale)
  • Informazioni di base: nome, handle (un nome preceduto da @ che consente di essere trovato e di poter interagire), una descrizione del tuo canale e del tuo personal brand e i tuoi contatti.

Carica, personalizza ed ottimizza i tuoi video

Una volta creato ed impostato il tuo canale YouTube, non ti resta altro che caricare il tuo primo video.

Prima di caricare un video su YouTube dovrai occuparti però della sua produzione, del montaggio e dell’editing.

Non sai da che parte iniziare per creare uno storytelling coinvolgente e ne tantomeno per un montaggio video?

Non preoccuparti, ti capisco.

Ci vuole tanta pratica e tanto studio, io stessa in questi anni ho appreso tantissimo.

Proprio per questo ho deciso di inserire tutta la mia conoscenza ed esperienza nel corso YouTube della WildCreatorAcademy.

Ma ora proseguiamo.

Per caricare un video su YouTube entra nel tuo canale e, in alto a destra, clicca su crea > carica video.

Una volta caricato il tuo contenuto multimediale, ed ogni volta che ne caricherai uno nuovo, potrai ottimizzarlo.

Cosa significa?

YouTube è un motore di ricerca, di conseguenza funziona esattamente come Google.

L’utente inserisce un intento di ricerca e gli vengono restituiti dei video, in ordine di coerenza, in risposta alla sua domanda.

Dovrai quindi essere abbastanza bravo da far trovare il tuo video agli utenti.

Inserisci quindi:

  • Un titolo accattivante e che contenga la parola chiave per la quale vuoi posizionarti;
  • Una descrizione breve ma completa ed efficace, per far capire agli utenti che il tuo video è il contenuto che stavano cercando;
  • Inserisci i tag e la categoria corretti per il tuo argomento e per il tuo target;
  • Carica ed utilizza una miniatura personalizzata, di impatto e che rispecchi appieno il tuo brand.

Come creare un canale YouTube di successo: 5 consigli

Una volta creato il tuo canale YouTube ed iniziato a metterci le mani, girando e caricando i primi video, non ti resta altro che creare una strategia ad hoc per portarlo al successo.

Con una buona strategia di crescita e di ottimizzazioni potrai iniziare a guadagnare grazie a YouTube e farlo diventare un vero e proprio lavoro.

E sappi che uno Youtuber può arrivare a guadagnare davvero tanto.

Andiamo quindi ora a vedere 5 consigli per portare un canale YouTube dall’anonimato, al successo.

1. Definisci un obiettivo e un target di riferimento

La prima cosa che devi definire nel tuo progetto è l’obiettivo: senza un obiettivo non saprai dove andare e quali step percorrere per arrivarci.

Scegli quindi un argomento del quale vuoi trattare e lo scopo che ti spinge a farlo.

Vuoi diventare travel blogger ed essere quindi pagata per viaggiare? Vuoi diventare esperta in marketing digitale e guadagnare grazie a corsi di formazione e consulenze?

Questi sono solo alcuni esempi.

Una volta che hai definito il tuo obiettivo di comunicazione dovrai delineare il tuo utente tipo, cioè il tuo target, le persone alle quali stai parlando.

Bene, ora abbiamo un obiettivo e il target di riferimento.

A questo punto non dovrai fare altro che analizzare i tuoi competitor, cioè altri creator di YouTube che trattano il tuo medesimo argomento e che si riferiscono al tuo stesso pubblico.

Analizza i loro video e cerca di far meglio di loro.

Attenzione, non sto assolutamente dicendo che dovrai copiare, ma dovrai identificare quali sono i loro errori e i loro margini di miglioramento e creare contenuti e strategie migliori.

Anche perché, uno dei motivi che mi hanno permesso di creare un canale YouTube di successo, è stata la scelta di creare contenuti diversi dai miei competitor, differenziandomi nel mercato.

2. Investi in attrezzatura adatta e professionale

L’attrezzatura migliore per girare video YouTube?

Dipende.

So che a qualcuno darà fastidio questa risposta, ma lo penso davvero, ora ti spiego tutto.

Intanto ogni persone ed ogni progetto ha esigenze e competenze diverse.

Se stai aprendo ora il tuo canale YouTube penso sia inutile investire migliaia di € in attrezzatura professionale che non sai utilizzare o sfruttare al pieno delle potenzialità.

Per questo non metterti ansia prima del dovuto.

Io ad esempio ho iniziato con una fotocamera, ma gli smartphone di ultima generazione che esistono oggi in commercio permettono di creare video di ottima qualità.

Io tutt’ora lo utilizzo per video short.

Poi con il tempo capirai quale sarà l’attrezzatura migliore per te e decidere di fare un investimento economico per colmare quelle che sono le tue esigenze.

Se farai dei video da studio avrai bisogno di un kit luci, più fotocamere per riprenderti da più angolazioni e un buon microfono. Per me sarebbe attrezzatura inutile, oltre che scomoda essendo costantemente in viaggio.

Insomma, non aspettare di avere il kit di attrezzatura perfetta: inizia, ora.

3. Quali contenuti creare? Crea la tua strategia comunicativa

Primo consiglio: quando hai un’idea mettila subito in pratica o segnala nelle tue to-do.

Ti capiterà infatti di sentirti bloccato e non avere idee per i prossimi contenuti da creare e pubblicare sul tuo canale.

Proprio per questo motivo, in WildCreatorAcademy dedico diverse lezioni a questo argomento, approfondendo 10 tipologie di contenuti che potrai creare per il tuo pubblico.

Potrai ad esempio decidere di creare dei video sul “come” fare una cosa (ad esempio “come diventare nomade digitale”), “liste” di argomenti (ad esempio “10 destinazioni low cost”) o puoi scegliere di portare con te i tuoi utenti girando un vlog.

Insomma, qualunque sia la tipologia di contenuti che deciderai di caricare nel tuo canale YouTube ti consiglio di essere sempre coerente con il tuo personal branding e di fornire valore a chi ti segue.

4. Costanza nella pubblicazione: crea un piano editoriale

Dopo aver definito il tuo obiettivo comunicativo e deciso quali contenuti creare è il momento di organizzare il tuo palinsesto.

Creare un piano editoriale infatti ti aiuterà nell’organizzare al meglio la produzione di contenuti, per evitare di rimanere senza video da pubblicare sul tuo canale.

Che si tratti di un blocco di idee o di imprevisti non importa: tu avrai già tutto il lavoro organizzato con anticipo!

Potrai infatti decidere di girare e montare più video contemporaneamente, per avere una pubblicazione continua e costante del tuo canale.

Non essere costante nella pubblicazione dei tuoi video potrebbe far allontanare da te il pubblico, che potrebbero preferire altri creator più costanti, con il quale hanno instaurato un rapporto di fiducia, proprio grazie alla costanza e alla certezza di trovare sempre contenuti puntuali e di valore.

Un altro importante motivo per cui non dovresti sottovalutare l’efficacia di un piano editoriale è proprio il punto 1 di questi 5 consigli: il tuo obiettivo.

Prima abbiamo detto che è importante definire un obiettivo per definire i passi da compiere per arrivarci.

Ecco, la tua strategia comunicativa sono parte di quei passi, e la devi attuare proprio attraverso un piano editoriale coerente e di valore.

5. Crea una strategia di crescita per il tuo canale YouTube

Contenuti di valore che ti permetteranno di aumentare l’awareness del tuo canale e l’ottimizzazione degli stessi per far si di essere trovato sulla piattaforma, non bastano.

A tutto questo dovrai aggiungere un’efficace strategia di promozione del tuo canale.

No, non sto parlando solo di campagne pubblicitarie, ma anche di promuovere il tuo canale YouTube sulle altre piattaforme che utilizzi.

Potresti ad esempio linkare video YouTube nel tuo blog, come vedi tu stesso in questo in questo articolo ed avvisare i tuoi followers su Instagram dell’uscita di un nuovo video, ad esempio.

Come ho creato un canale YouTube da 700.000+ visualizzazioni: case study

Queste 5 strategie che abbiamo appena visto, mi hanno permesso di raggiungere centinaia di migliaia di visualizzazioni ai miei video.

video con maggiori visualizzazioni del canale yputube wildflowermood

Ma ciò che mi ha permesso davvero di portare il mio canale YouTube al successo, è stata la costante analisi dei dati di performance del mio canale e dei miei contenuti, che puoi trovare nella sezione “analytics” del tuo profilo.

In questo modo sono riuscita a capire come gli utenti trovavano i miei contenuti e come vengono visualizzati.

analisi generale dei contenuti del canale youtube wildflowermood

Il rapporto tra impression e tempo di visualizzazione infatti, è estremamente importante per capire se i contenuti che pubblico sul mio canale sono effettivamente apprezzati dal mio pubblico.

rapporto tra impression e tempo di visualizzazione dei contenuti del canale youtube wildflowermood

Entrando poi nel merito dei KPI di ogni singolo video, riesco a capire la tipologia di contenuti che funzionano, e quali no.

In questo modo posso migliorare, creando contenuti sempre più apprezzati dalla mia audience.

analisi dei video del canale YouTube wildflowermood

Questa costante analisi e miglioramento della mia strategie di contenuti e di promozione, mi permette di far crescere il mio canale sempre di più ed ottenere sempre più visualizzazioni.

In sintesi, qualche video potrà anche andare peggio di altri, e va bene così, ti permette di capire che strada prendere.

La cosa davvero importante è vedere una costante crescita del tuo canale e del gradimento dei tuoi contenuti.

panoramica del canale youtube wildflowermood

Conclusioni

In questa guida su come aprire un canale YouTube siamo partiti dalle basi, abbiamo infatti visto passo passo come aprire effettivamente un profilo YouTube.

Siamo poi passati alle 5 migliori strategie per portare il tuo canale YouTube al successo.

Ed infine ti ho svelato che, attuando queste 5 strategie e tenendo monitorato costantemente l’andamento del mio canale, sono riuscita a creare contenuti sempre migliori ed apprezzati dalla mia community.

Ma prima di salutarti ho gli ultimi 3 consigli per te:

1. Segui gli YouTuber che apprezzi di più in assoluto, potrai imparare molto

2. INIZIA

3. Iscriviti alla mia academy dove troverai, non solo un corso completo per vincere su YouTube, ma anche lezioni su Instagram, influencer marketing, fotografia e tanto tanto altro.

VUOI DIVENTARE UN CONTENT CREATOR?

PARTECIPA ORA AL WEBINAR GRATUITO CON WILDFLOWERMOOD: 

Ricevi i miei consigli di viaggio, marketing e vita da nomade digitale.

Sono gratuiti, per sempre!

Ti invierò subito la prima guida per crescere su Instagram 💅

Continua a leggere altri articoli di digital marketing