WEBINAR GRATUITO PER TRASFORMARE LA TUA PASSIONE IN LAVORO TRA

Giorni
Ore
Minuti
Secondi

UNISCITI AD UNA COMMUNITY DI OLTRE 300.000 PERSONE ⋗

Costa rica la guida completa + itinerario

Il Costa Rica è la terra dell’abbondanza. Si traduce letteralmente in “costa ricca”, Secondo quanto riferito da Cristoforo Colombo che la scoprì nel 1502. Scopriamola insieme!

profilo-wildflowermood-170x170
Wildflowermood logo love

NOMADE DIGITALE – CONTENT CREATOR – DIGITAL MARKETING

‖ YOUTUBE +140K  ⨺ INSTAGRAM: +122K ⨺ PINTEREST +500K VISITE MENSILI ‖

Il Costa Rica è una destinazione unica al mondo, totalmente focalizzata sul turismo responsabile, in questo Paese non ci sono animali in cattività e i suoi parchi nazionali sono un mix di fauna e flora unica al mondo.

Il Costa Rica brilla per la sua natura selvaggia: giungle lussureggianti, spiagge da sogno, vulcani attivi e molto altro. 

Quindi prendi la tua macchina fotografica e preparati a scoprire alcuni degli spazi più “verdi” al mondo.

Non ti perdere.
Questo è l'indice per questa guida:

Lavorare come Nomade Digitale

Dove andare in costa rica

Attualmente non esistono voli che collegano direttamente il Costa Rica con l’Italia. Vi sono connessioni con scalo da: Francia, Spagna, Germania, Regno Unito, Messico, Panama, e USA.

Lo scalo principale della capitale della Costa Rica è l’ Aeroporto Internazionale Juan Santamaria, che si trova 17 chilometri a nord-ovest di San José, nella città di Alajuela.

La durata media del viaggio tra Italia e San José (Costa Rica) è di circa 15 ore. Questa stima è stato calcolata in base ai voli in partenza da Roma e Milano.

Questo bellissimo paese è composto da molte diverse zone climatiche, che creano anche un gran numero di microclimi al suo interno. Non esiste una vera stagione invernale ed è classificato come un paese tropicale a causa della sua vicinanza all’equatore. 

Le stagioni si sviluppano in due periodi: una stagione secca, spesso chiamata alta stagione, e una stagione delle piogge, spesso chiamata stagione verde. 

Il periodo che va da gennaio ad aprile: considerato “la stagione secca” del Costa Rica ed è anche la stagione turistica più trafficata. Sperimenterai meno precipitazioni ma anche prezzi più alti. 

Il periodo che va da maggio a giugno: invece è la stagione verde del Costa Rica. Le precipitazioni inizieranno ad aumentare e la folla comincerà a ridursi. Questo è un ottimo momento per visitare il paese se sei interessato a vedere la fauna selvatica del paese. 

È anche un ottimo momento per esplorare la costa caraibica ed è un ottimo momento per il surf.

Ci sono diverse opzioni per muoversi in Costa Rica, eccole dalla meno alla più costosa.

Autobus – Gli autobus in Costa Rica sono poco costosi e ti portano un po’ ovunque, fino ai paesi vicini come Nicaragua o Panama (Ticabus / Transnica) . Controlla le varie opzioni online!

Shuttle – Un’altra modalità per muoversi in giro sono gli shuttle, dalle 6 alle 12 persone. Condividere il viaggio ti costerà meno e sarai più comodo rispetto ad un autobus più grande.

Affittare una macchina/moto – I prezzi qui salgono sui 70/50 euro al giorno minimo. Certo se ne hai la possibilità sarà la modalità più comoda.

Io per il mio viaggio ho acquistato direttamente una moto e l’ho poi rivenduta a fine viaggio, ma certamente non é per tutti 😀

Il Costa Rica è certamente il paese più costoso del Centro America, quindi se pensi di venire a fare un viaggio in questo bellissimo paese, prepara anche il portafoglio, perché i prezzi a volte sono uguali se non maggiori a quelli Europei. 

Detto questo, il costo della vita in alcune zone è più basso e se si vive come un locale potrai sicuramente risparmiare un po’. Scegli di andare a mangiare più spesso nelle loro “Soda” o tavole calde e fai la spesa dove fanno acquisti la gente del posto. Ad esempio, i mercati degli agricoltori per acquistare frutta e verdura. Niente batte la frutta fresca proveniente da prodotti coltivati localmente.

Quando organizzo un viaggio il mio obiettivo è quello di vivere un’esperienza unica.

Fortunatamente ci sono piani assicurativi di viaggio che affrontano le preoccupazioni specifiche dei viaggiatori che devono affrontare le incertezze durante la pandemia.

Quando sono entrare in Costa Rica i requisiti per entrare erano:

 

  • Compilare il modulo d’ingresso
  • Avere un’assicurazione sanitaria valida per tutta la durata del viaggio e che ti copra in caso di Covid.

Trovate tutte le specifiche nel sito ufficiale del Governo “Visti Costa Rica Entry Requirements”.

Per l’assicurazione mi sono affidata a  Chapka Italia che ha coperta per 3 mesi in diversi paesi del centro America.

Avete uno sconto sulla loro polizza Cap Assistenza: WILD10 per i vostri viaggi
Il codice è valido fino al 1/12/22.

Richiedi un preventivo gratuito a questo link

Essendo stata in Costa Rica per due mesi ecco l’itinerario che ti consiglio personalmente. Qui ho calcolato circa un mese di viaggio, ma se hai meno tempo fai meno giorni nelle varie località in relazione sempre ai giorni che ti ho consigliato.

 

Se arrivi in Costa Rica in aereo, probabilmente atterrerai a San José, la capitale, o a Liberia.

Da San José dove ti consiglio di non fermarti più di 1 giorno, mi sposterei subito verso la costa pacifica.

Jacó – 2 giorni

Il primo paese che troverai a sole 2 ore di autobus sarà Jacó, questo piccolo paesino sulla costa é abbastanza turistico, ma penso che se si ha tempo vale la pena di fermarsi un paio di giorni per fare un po’ di surf, comprare una tavola da surf o semplicemente per spezzare il viaggio prima di continuare il tuo viaggio.

Manuel Antonio – 3/4 giorni

 a un altro paio di ore a sud di Jacó troverai Manuel Antonio, un area protetta con tante spiagge, trekking e parchi da esplorare. Ancora più a sud di Manuel Antonio mi hanno suggerito Uvita, dove personalmente non sono stata, ma se si ha tempo potrebbe essere un’ottima aggiunta al viaggio.

PENISOLA DI NICOYA – 2 settimane

Da Jacò o Manuel Antonio ti consiglio di salire a Punta Arenas, dove potrai prendere un traghetto per arrivare fino alla bellissima penisola di Nicoya. Qui ti ho scritto due settimane perché ci sono tantissimi posti da vedere e per ogni gusto, eccone alcuni:

Montezuma – piccolo paesino hippie ancora poco commerciale dove esplorare cascate, vita di pura connessione ed esplorare Cabo Blanco

Santa Teresa – la chiamano la piccola Bali, molto più commerciale, ma qui puoi trovare di tutto, dai negozietti hipster ai ristorantini con cucina da tutti i lati del mondo. Qui si fa surf e si guardano dei tramonti stupendi, molti rimangono “bloccati” in questo paesino perché ha tutti i comfort dell’occidente (con i suoi prezzi), ma ancora il sapore di un posto tropicale.

Qui sotto il video su cosa ho trovato in un supermercato a Santa Teresa in Costa Rica

Nosara – Paradiso per lo Yoga e il surf, qui troverai una Vibe più rilassata rispetto a Santa Teresa, ma gli stessi prezzi. Te la consiglio se vuoi fare un retreat o passare qualche giorno di pace.

Tamarindo – Anche Tamarindo era un piccolo villaggio di pescatori, ora è diventato un posto turistico, ma sempre nella bellissima costa della Penisola Nicoya. Potrebbe essere un ottimo stop prima di tornare verso l’interno dell’isola o per continuare il viaggio verso il Nicaragua.

VULCANI E ACQUE TERMALI – 5/6 giorni

Spostandosi verso l’interno vale la pena fermarsi in due località vicine l’una all’altra:

La Fortuna – Qui puoi esplorare le Cascata La Fortuna, fare del rafting ad Arenal, visitare il vulcano Arenal, rilassarti nelle sorgenti termali gratuite.

Monteverde – Qui troverete la Riserva biologica di Monteverde dove vivono giaguari e uccelli colorati, oltre alla famosa biodiversità per cui è famoso il Costa Rica.

COSTA CARAIBICA – 1/2 settimane

Sulla costa Dall’altra parte del paese troverete le meraviglie caraicbiche del Costa Rica. Ho scritto almeno una settimana, perché solo arrivare sarà un bel viaggetto con un’unica strada, recentemente costruita che porta a questo lato della costa. Ecco cosa vedere:

Tortughero – Qui troverete il Parque Nacional Tortuguero sostenuto quasi interamente dall’eco turismo. Venite per guardare le tartarughe (da luglio a ottobre) ed esplorare il parco. Si arriva in barca!

Puerto Viejo – Adoro Puerto Viejo e troverete maggiori informazioni più avanti in questa guida. Un ottimo modo per scoprire la parte tropicale del Costa Rica e magari un ottimo punto per passare poi a Panama per esplorare le bellissime isole di Bocas del Toro a sole poche dalla frontiera.

 

Andiamo per ordine!

È una delle città più vicine alla capitale del Costa Rica, San José, così come all’aeroporto internazionale di San José Juan Santamaría, il viaggio in auto o in autobus dura solitamente circa un’ora e mezza. 

Questo ti dà tutto il tempo per immergerti nell’atmosfera e ammirare il paesaggio prima di dirigerti verso una delle tante eccitanti attrazioni di Jacó.

Jaco è una meta perfetta per gli amanti del surf; le sue spiagge hanno onde che non deludono mai i surfisti più accaniti!

Jaco è anche vicino ad altre famose spiagge per il surf come: Playa Hermosa 6 miglia a nord di Jaco, nota a livello mondiale, nel campo del Surf.

In tutta la regione del Pacifico centrale, godrai di una serie di paesaggi incredibili. 

Dalle cascate alle bellissime spiagge, ai parchi e al maestoso vulcano Arenal a breve distanza, potrai vedere il meglio che la costa centrale del Pacifico ha da offrire.

Ci sono dei luoghi e delle attività che devi assolutamente provare, una volta che sei qui:

Acquistare Frutta Tropicale

Avrai la possibilità di acquistare tutti i giorni la coloratissima e buonissima frutta tropicale locale

L’offerta di frutti tropicali è particolarmente abbondante e varia. Per questo  procurarsi frutta fresca è semplice, essendo disponibile in un qualsiasi mercato della città. 

Tra le varietà più comuni ci sono banane, avocado, arance, nespole, ananas, papaie, angurie e mango.

Acquistare tavole da Surf Artigianali 

Per tutti gli appassionati di Surf che vogliono regalarsi una spettacolare tavola, consiglio di visitare lo studio dì Carton Jaco, storico artigiano locale dove poter acquistare la sue tavole da surf costruite interamente a mano, ognuna di essa è un pezzo unico. 

Andare a provare le “Soda” e mangiare Gallo Pinto 

Non stiamo parlando della bevanda frizzante. 

La “Soda” in Costa Rica si intende un tipo di ristorante di piccole dimensioni

È molto frequentato da famiglie, gente del posto e visitatori esperti che desiderano banchettare con ottimo cibo locale senza spendere eccessivamente. 

In una Soda vengono serviti piatti tradizionali costaricani. 

È il posto migliore per mangiare in Costa Rica se vuoi assaggiare molti dei piatti tradizionali.

Uno dei piatti che più mi hanno stupito per la sua bontà è il Gallo pinto.

Una deliziosa ricetta a base di fagioli neri ben conditi con riso, che può essere servita con l’aggiunta di platani fritti, questa ricetta è completamente vegetariana.

La migliore “Soda” che ho trovato qui si chiama “Soda Garabito”

Fare un trekking e trovare una casa abbandonata, El Miro – Jaco

Nel cantone di Garabito, c’è un posto bellissimo chiamato “El MiroJacó”.

Si tratta di una montagna spettacolare con viste impressionanti sull’intera città di Jacó. 

Questo luogo accoglie molti turisti nazionali e stranieri che ogni giorno fanno questo percorso in montagna.

Il sentiero è molto ampio ed è segnalato con cartelli variopinti, quindi puoi camminare in questa montagna senza paura.

Si arriva al termine di questo sentiero ad una casa abbandonata, molto colorata e caratteristica.

In questo punto di può godere la vista di tramonti fantastici

Playa Hermosa

Le parole “Playa Hermosa” si traduce in “Bella Spiaggia“, e sicuramente è all’altezza del nome.

Preparati a rimanere ipnotizzato dal primo momento in cui la vedi.

Questa splendida spiaggia è esattamente il luogo in cui vorrai rilassarti ascoltando il rumore dell’oceano.

Una delle caratteristiche principali di Playa Hermosa è il cristallino delle sue acque.

Queste acque sono ideali anche per la pratica di diversi sport acquatici, tra i quali spiccano il surf, il windsurf e le moto d’acqua.

Uno di questi riconoscimenti dovuto al suo lavoro ecologico è l’assegnazione della Bandiera Blu, che viene assegnata solo alle spiagge con una perfetta conservazione ambientale, in questo caso la conservazione ambientale marina.

Esplorare il vicino Parque Nacional Carara

Il Parco Nazionale di Carara si trova a due ore dalla capitale San Jose lungo l’autostrada tra la città di Puntarenas e Playa Jaco nella provincia di Puntarenas. 

Situato sulla costa del Pacifico a circa 20 km a sud di Orotina, questo parco è unico poiché gli ecosistemi amazzonici e mesoamericani convergono qui per formare una riserva biologica caratterizzata da un clima secco nel Pacifico settentrionale e un’elevata umidità sulla costa meridionale.

Con i suoi 5.242 ettari, il Parco Nazionale di Carara ha una sorprendente diversità di flora e fauna. Devi, assolutamente, visitarlo.

Da non perdere: Cafè Bohio con il miglior cappuccino della città e un tramonto al Selina

Il Parco Nazionale Manuel Antonio è un’area naturale protetta situata sulla costa centrale del Pacifico del Costa Rica , nel cantone di Quepos , provincia di Puntarenas Il parco si trova a circa 157 km a sud della città di San José, la capitale del Costa Rica

A Manuel Antonio c’è il più piccolo parco nazionale della Costa Rica e anche una piccola città situata a soli 7 chilometri dalla città portuale di Quepos nel Pacifico centrale della Costa Rica.

Visitare il Parco nazionale di Manuel Antonio

Il Parco Nazionale Manuel Antonio è un’area naturale protetta a 157 chilometri dalla città di San José, nella provincia di Puntarenas. 

Ha una superficie di quasi 2.000 ettari, a cui si aggiungono 55.000 ettari nell’area marina. Tutta questa estensione è dedicata alla conservazione, alla ricerca e al turismo ecologico.

Il parco ospita oltre 350 specie di uccelli, 109 di mammiferi e 346 di piante. 

Nei suoi sentieri si possono osservare scimmie capuccino, bradipi, coati, procioni, iguane e molte specie di uccelli, così come la scimmia scoiattolo.

Passare una giornata in Playa Playita

È una perfetta spiaggia tropicale, dove potrai rilassarti sotto le palme e tuffarti in questa calda acqua caraibica!

Gli abitanti del posto scendono direttamente con i loro 4X4 e passano la giornata qui appendendo amache negli alberi e si rilassano con cibo e musica!

Piccola ed esotica spiaggia di sabbia bianca situata proprio accanto a Espadilla, a pochi chilometri dal centro di Manuel Antonio

Per raggiungere questo luogo, devi camminare per circa 10 minuti attraverso Espadilla, fino a trovare alcune formazioni rocciose che coprono il sentiero. 

Il sito combina acqua turchese, onde moderate e pietre su entrambi i lati della spiaggia. 

È un luogo ideale per fare snorkeling, prendere il sole o semplicemente rilassarsi di fronte al mare.

Guardare il tramonto sul mare nel particolarissimo ristorante “El Avion”

Il 5 ottobre 1986, un aereo cargo statunitense, sorella gemella del Fairchild C-123 di El Avion, fu abbattuto sul Nicaragua

L’aereo fu convertito in uno dei ristoranti più emblematici del Costarica l’aereo cargo C-123 Fairchild è stato convertito in un pub e sono stati costruiti un bar e un ristorante su due livelli, intorno e sopra l’aereo.

Il ristorante offre un ampio menu e viste dei tramonti più spettacolari nell’Oceano Pacifico.

Dopo Jaco e Manuel Antonio, siamo partiti per la penisola Nicoya in Costa Rica!
In tanti ci hanno parlato di Santa Teresa in Costa Rica, ma dopo averla vista siamo scappati a Montezuma a 30 minuti di distanza.
Qui abbiamo scoperto il vero Costa Rica, tra riserve naturali e tartarughe appena nate in spiaggia!

La cosa più impressionante per me qui é stato vedere le tartarughe  appena nate entrare per la prima volta nell’oceano.

Vengono rilasciate da @asvocostarica sulla spiaggia di Montezuma verso le 4/5 del pomeriggio, quasi tutti i giorni.

Un’altra cosa da fare in questa zone è sicuramente visitare la cascata di Montezuma. Si paga un piccolo ticket per entrare anche se io l’ho vista da un’entrata segreta, alloggiando da @ko.glamping, che è prima della cascata dove vanno tutti, quindi completamente isolata 😉

Un’altra piccola chicca è andare a visitare il caffé Indigena (@indigenacafe), un progetto dì un ragazzo Italiano che supporta famiglie indigene locali. Qui potrai bere del delizioso cacao puro creato in maniera sostenibile. 

Un altro posto unico è la Reserva Natural Cabo Blanco. Qui dopo un bellissimo trekking (2 ore circa) arriverai in una bellissima spiaggia paradisiaca.

Qui puoi anche surf, ma ti consiglio la vicina Santa Teresa, dove potrai anche vedere un bellissimo tramonto.

Infine se alloggerai nel modesto ostello Tajalin, potrai svegliarti con le scimmie che si divertono nel parco centrale del paese tutti i giorni.

A circa 4 ore da San Josè e nella direzione per il Nicaragua, troverai due località per immergerti nella natura del Costa Rica: la Fortuna e Monteverde. 

Ecco le migliori esperienze da fare ad Arenal/La Fortuna: terme naturali di Arenal, ponti sospesi e la cascada di La Fortuna.

A Monteverde puoi andare nella sua Foresta nebulosa e visitare la Riserva Biologica. Preparati per la magia della Biodiversità del Costa Rica.

Puerto Viejo non è sicuramente il posto più comodo da raggiungere, ma ne varrà sicuramente la pena!

Questo paesino di pescatori si trova a sud-est del paese nella parte Caraibica, poco prima del confine per Panama.

Qui le vibes sono sicuramente diverse dal resto del paese e l’influenza Jamaicana-Caraibica vi farà scoprire un nuovo lato del Costa Rica.

Una  delle prime cose da fare è andare a visitare il Parco Nazionale dì Cahuita.

Questo è l’unico parco dove non si paga l’entrata in Costa Rica, anche se è ben accetta una donazione, e dove poter trovare una moltitudine dì animali in completa connessione e pace con gli uomini.

Ecco cosa sono riuscita a vedere in solo poche ore: scimmie cappuccine, coccodrilli, procioni, farfalle blu e bradipi. Se si arriva presto al mattino riuscirai a vedere anche dei Tucani.

Dai un’occhiata nel post qui sotto!

Come dicevo qui l’atmosfera di questo paese è ancora più rilassata, le spiagge sono meravigliose e le folle dei turisti sono ancora lontane.

Ecco le spiagge migliori da visitare: 

Punta Uva, Manzanillo e Playa Cocles. In quest’ultima puoi fare surf e rilassarti al tramonto. Consiglio extra: nel weekend cucinano Jamaicano con i carretti sulla spiaggia, assolutamente da provare!

Puoi visitare inoltre il Jaguar Rescue Center e provare il miglior cioccolato al “Caribeans Chocolate and Coffee”

Infine vista la distanza da San Jose e le difficoltà per arrivare fin qui, gli abitanti dei villaggi costieri sono rimasti isolati fino alla fine degli anni ’70. Questo ha portato a una grande differenza nella cultura di questa zona che è prevalentemente Jamaicano-Caraibica.

Ho avuto la possibilità di conoscere meglio questa parte del Costa Rica grazie a una classe di cucina con Veronica.

La sua famiglia è arrivata dalla Jamaica in Costa Rica per costruire la ferrovia che al tempo collegava i Caraibi con la costa pacifica. Trovi la mia esperienza nel video qui sotto, dove la seconda parte è completamente dedicata a Veronica.

Se volete andare a visitare veronica e fare una cooking class con lei: Veronicasplace@gmail.com

Il Costa Rica ha alcuni degli ecosistemi più ricchi di biodiversità sulla terra e sicuramente merita una visita approfondita.

Per molti, il fascino del Costa Rica risiede nelle sue lussureggianti foreste pluviali, nelle spiagge incontaminate e nell’abbondanza di fauna selvatica. Sicuramente è un paese di Pura Vida!

Personalmente dal Costa Rica ho attraversato il confine per Bocas del Toro a Panama per una settimana per poi tornare dall’altra parte del paese e arrivare in Nicaragua. Se hai tempo ti consiglio di esplorare questi paesi vicini con simili scenari, ma prezzi meno salati. Vieni a scoprire le mia altre guide per un tour del Centro America!

Ricevi i miei consigli di viaggio, marketing e vita da nomade digitale.

Sono gratuiti, per sempre!

Riceverai subito la prima guida per viaggiare di più 🌴

Continua a leggere altre guide di viaggio