Da Lisbona a Cascais: 7 posti da non perdere in portogallo

Da Lisbona a Cascais: 7 posti da non perdere in portogallo

Lisbona è una città bellissima e ricca di fascino, che comprende al suo interno innumerevoli cose da vedere, tra arte e monumenti storici.

Se non hai ancora avuto l’opportunità di viaggiare a Lisbona, in Portogallo, posso dirti che è una delle città più belle d’Europa.

Lisbona è caratterizzata dalla convivenza tra modernità e tradizione, ed è proprio questo eclettismo che la rende una delle città più attraenti d’Europa.

In questa guida ti porterò con me a conoscere alcuni dei luoghi più caratteristici di Lisbona fino ad arrivare a Cascais, un ex villaggio di pescatori, situata a soli 30 chilometri da Lisbona

Lisbona quartiere alfama

Questa percorso inizia da Alfama, uno dei quartieri più turistici di Lisbona.

È probabilmente il quartiere più tradizionale, autentico e riconoscibile della capitale del Portogallo.

Insieme al vicino quartiere di Castelo, costituiscono le antiche zone musulmane ed ebraiche di Lisbona.

Un insieme di vicoli dal tracciato difficile e tortuoso, e dai quali si ottengono splendide vedute dell’estuario del Tago.

Il modo migliore per visitare il Barrio de La Alfama è passeggiare e perdersi nei suoi vicoli, sbirciare i suoi punti panoramici e trovare quegli angoli che sicuramente ti sorprenderanno.

Cosa vedere assolutamente in questo quartiere:

IL CASTELLO DI SÃO JORGE

Questa splendida fortezza araba che domina Lisbona offre una vista panoramica impareggiabile.

Durante l’Impero Romano, quando Lisbona era “Olissipo”, questa sommità del colle venne ribattezzata “Oppidum”, espressione che designava l’area fortificata del castello.

Tuttavia, fu solo durante il periodo musulmano, tra il VII e XI, le mura vennero effettivamente ristrutturate.

Pertanto, il primo riferimento storico al Castello si trova in un documento del XVI secolo. .

All’interno del Castello di São Jorge c’è una camera oscura, un sistema ottico di lenti e specchi che permette di osservare in tempo reale, a 360 gradi, la città di Lisbona

LA CATTEDRALE DI LISBONA

L’edificio religioso più importante di tutta Lisbona, la Cattedrale è anche conosciuta come la Sé.

L’attuale cattedrale fu costruita a partire dal 1147, anno in cui Lisbona fu riconquistata dai musulmani dall’esercito di Alfonso Enriquez e da un gruppo di crociati del nord Europa.

La chiesa fu costruita nel luogo che fino ad allora era stato occupato dalla moschea principale.

Il Sé de Lisbona è stata costruita in stile romanico, ma nel tempo sono stati incorporati altri stili architettonici, poiché l’edificio ha subito numerose riforme.

È un un edificio imponente, la facciata principale della cattedrale ha l’aspetto di una fortezza, con due torri all’ingresso e merlature sopra le mura.

È ospitata un’importante collezione di oggetti d’argento, abiti ecclesiastici, statue, manoscritti e reliquie legate a San Vincenzo di Saragozza.

FEIRA DA LADRA

 “Feira da Ladra” così chiamata (“il mercato dei ladri“) perché un tempo era il luogo in cui si scambiavano oggetti rubati e il mercato nero era animato.

Da questa oscura origine, oggi Feira da Ladra è il mercato delle pulci più famoso di Lisbona.

Situato in Campo de Santa Clara, dietro la Chiesa di São Vicente de Fora, nella tradizionale Alfama, è aperto ogni martedì e sabato dall’alba al tramonto (dalle 9:00 alle 18:00).

Si sviluppa in un colorato susseguirsi di bancarelle dove si possono ammirare mobili, oggetti d’antiquariato, libri, abiti usati, dipinti, artigianato, musica…

LX Factory

Perché la LX factory merita una visita?

Perché è uno di quei luoghi che rappresenta perfettamente l’essenza di Lisbona; lo spirito di una città tanto decadente quanto d’avanguardia; tanto diversa, unica e provocante quanto lei.

LX Factory è un complesso industriale del 1846 che nei primi anni 2000 è stata riconvertito come “fabbrica” di creatività ed esperienze. 

All’interno del complesso si trovano ristoranti, caffè, negozi, librerie, spazi di coworking, gallerie d’arte, atelier di moda e di design, librerie e discoteche che convivono all’interno di antichi edifici restaurati e decorati con pezzi di arte urbana.

Da qualche anno giovani artisti e designer di Lisbona hanno iniziato ad occupare l’area trasformandola in uno spazio creativo, un motore culturale ma, soprattutto, una via di fuga dal crisi economica che ha colpito a lungo l’occupazione giovanile in Portogallo.

Insieme ai graffiti, ci sono anche vere e proprie installazioni artistiche disposte in tutto il parco della fabbrica, principalmente sulle passerelle. 

Si tratta di opere di artisti locali con sede a Lisbona che sono state commissionate dalla città e le cui opere sono state ritenute adatte allo spazio.

C’è molto da fare e molto da vedere tra negozi e bancarelle davvero interessanti e numerosi ristoranti e bar dove poter mangiare e godersi la giornata.

Quali sono i luoghi da visitare assolutamente all’interno della LX Factory?

 

Libreria Ler Devagar all'interno dell'LX Factory

LER DEVAGAR

Questa libreria, in un’ex tipografia, è uno degli spazi più iconici di Lx Factory. È considerata una delle più belle librerie del mondo, con un’antica macchina da stampa e libri accatastati fino al soffitto, dove è appesa una bicicletta dell’artista Pietro Proserpio. 

Si respira un atmosfera molto particolare al suo interno circondati da migliaia e migliaia di libri

LX MARKET

La domenica è il giorno del mercato alla Lx Factory

Ci sono artigianato, pezzi di design originali, moda e accessori, sia nuovi che usati, e persino frutta e verdura di vari produttori.

Se sei alla ricerca di prodotti o oggetti particolari è un luogo che non può mancare durante la tua vacanza a Lisbona

WISH CONCEPT STORE

Per gli amanti della decorazione e delle “cose carine” in generale, il Wish Concept Store è una tappa obbligata.

Cuscini, washi tapes, portacandele in metallo e tanti altri sfizi riempiono questo negozio di un’atmosfera nordica.

 

torre di belem
Torre de Belém

Passeggiare per il quartiere Belém

Accanto al centro storico di Lisbona, l’altra grande area monumentale della città è il quartiere di Belém.

Questo quartiere situato sull’estuario del fiume Tago, sulla strada che porta alle località turistiche come Estoril o Cascais, riunisce vari luoghi di grande interesse.

Il quartiere è una meta turistica per i suoi due monumenti principali, la Torre de Belém e il Monastero dos Jerónimos a Belém, ma anche per i suoi spazi verdi, il suo lungofiume vicino al Tago e per la pasticceria più famosa del Portogallo, Pastéis de Belém.

Passeggiare per questo quartiere è un esperienza unica,.

Simbolo dello splendore portoghese durante l’Età delle Scoperte e dello stile manuelino, è una visita imperdibile.

Consiglio di dedicare una giornata intera alla conoscenza di Belém per visitare i suoi luoghi più importanti, trai i tanti consiglio 3 luoghi imperdibili.

LA TORRE DI BELÉM

Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco dal 1983, questa antica costruzione militare che fungeva da fortezza difensiva e punto di partenza per i conquistatori portoghesi, la sua costruzione fu realizzata all’inizio del XVI secolo, tra il 1516 e il 1520.

Costruita in stile manuelino da Francisco de Arruda e Diogo de Boitaca, in questo bastione difensivo spicca la bella Torre del Homenaje, che conferisce al monumento il suo caratteristico profilo.

Pastel de Nata - Dolce tipico del Portogallo

PASTÉIS DE BELÉM 

Vicino al Monastero di Jerónimos si trova la famosa pasticceria Pastéis de Belém.

Questa pasticceria vintage, decorata con piastrelle, produce le torte originali di Belém dal 1837 secondo una ricetta tramandata di generazione in generazione e tenuta segreta.

La ricetta è stata creata nel Monastero di Jerónimos, quando fu chiuso nel 1834, le torte furono messe in vendita presso un vicino mulino di canna da zucchero. 

Nel 1837 furono aperti altri locali annessi che furono trasformati nella pasticceria che è sopravvissuta fino ad oggi e rimane di proprietà dei discendenti del primo commerciante.

Antica pasticceria Pastéis de Belém dal 1837

IL MONASTERO DO JERÓNIMOS

Il Monastero dos Jerónimos è stato dichiarato, insieme alla Torre de Belem, Patrimonio dell’Umanità nel 1983.

Costruito da Manuele I nel XVI secolo in onore dei viaggi di Vasco de Gama in India, e l’iconica Torre de Belém, sono i simboli più riconoscibili della città.

L’interno della chiesa presenta una spettacolare ed immensa navata con alte colonne e custodisce la spoglie del celebre esploratore.

In una delle ali del monastero ospita il Museo Archeologico Nazionale, che ospita la più importante collezione archeologica del paese. 

Attraverso le sue stanze puoi conoscere la storia del Portogallo e del resto del mondo dalle sue origini paleolitiche al Medioevo.

Il MAAT: Museo di Arte, Architettura e Tecnologia
Il MAAT: Museo di Arte, Architettura e Tecnologia

Musei a Belém

Belém è anche uno dei quartieri di Lisbona con la più alta densità di musei, ce ne sono per tutti i gusti.

MUSEO DI ARTE, ARCHITETTURA E TECNOLOGIA – MAAT 

L'”ultimo arrivato” a Belém, inaugurato nel 2016

Si trova in un edificio sulle rive del Tago, che simula una grande onda, coperta da 15.000 piastrelle bianche

Ci sono mostre dedicate all’arte e all’architettura contemporanee e alle nuove tendenze della tecnologia. 

Un visita al museo che ti porterà in un lungo viaggio immerso tra arte, tecnologia, presente e futuro. 

MUSEO NAZIONALE DI ARCHEOLOGIA 

Dal più recente al più antico, una collezione di resti archeologici è esposta nell’enorme edificio neomanuelino del XIX secolo, un’estensione del Monastero di Jerónimos, in cui troverai di tutto, dai pezzi di selce mesolitica ai gioielli dell’età del bronzo fino a una vasta collezione di statue di divinità romane.

MUSEO DELLA MARINA

Nello stesso edificio del Museo Archeologico Nazionale, è esposta una delle più grandi collezioni di miniature di barche storiche al mondo, in particolare dell’epoca delle Scoperte, oltre ad altre tantissime curiosità. 

MUSEO NAZIONALE DELLE CARROZZE 

Uno dei musei di Carrozze più importanti del mondo con e una delle migliori collezioni nel suo genere. 

Ci sono all’interno degli autentici gioielli che un tempo trasportavano re, ambasciatori e papi, come la magnifica Carrozza degli Oceani di Clemente XI

Ogni carrozza ha la sua storia e la storia del suo proprietario, un autentico tuffo nel passato e nella vita di personaggi che hanno fatto la storia.

MUSEO COLLEZIONE BERARDO

La galleria d’arte moderna del più grande collezionista privato portoghese con opere di Picasso, Warhol, Pollock, Miró e Lichtenstein tra gli altri

Se sei amante di arte moderna è un luogo che non puoi assolutamente non visitare.

MUSEO D’ARTE POPOLARE

Una vasta collezione di folklore e artigianato delle diverse regioni del Portogallo, con costumi, mobili, ceramiche, ecc.

Praia de Carcavelos

Carcavelos: la spiaggia più famosa di Lisbona

È la spiaggia di Lisbona per eccellenza, è enorme ed è ricoperta di sabbia fine, molto popolare proprio perchè vicina alla capitale. 

È una delle spiagge più grandi della Costa do Sol, ideale anche per praticare vari sport acquatici, infatti sia d’estate che d’inverno sono presenti onde forti che la rendono una cornice perfetta per diversi campionati di surf e bodyboard, senza dimenticare che vi si tengono anche campionati di Beach Soccer e Beach Volley.

Come arrivare a Carcavelos con i mezzi pubblici dal centro di Lisbona? 

Basta prendere il treno pendolare della linea Cascais alla stazione di Cais do Sodré e scendere alla stazione di Carcavelos. 

Occorrono poco più di 20 minuti di viaggio e, successivamente, altri 10 minuti a piedi dalla stazione dei treni alla spiaggia

La spiaggia e attrezzata ci sono bar e un ristorante se vogliamo mangiare fronte mare. 

Carcavelos ospita anche un mercato con una certa fama nella zona di Lisbona che si svolge ogni giovedì mattina dalle 8 alle 3.

sintra: cosa fare a lisbona
Palácio Nacional da Pena - Sintra

Sintra

Sintra è una piccola città a circa 40 minuti di treno da Lisbona.

La città merita di essere stata visitata. 

Dichiarata Patrimonio dell’Umanità è una cittadina con un grazioso centro storico che fa da antipasto a una varietà di castelli, palazzi, chiese e musei che hanno poco da invidiare alle altre città europee.

Sintra si estende su una vasta area ricca di colline piene di castelli, parchi e bellissimi monasteri. 

Il luogo più magico del Portogallo è anche uno dei luoghi più visitati del paese

Non lontano da Lisbona, raggiungibile in auto e treno, Sintra è un piccolo universo all’interno di un bosco da favola.

Anche in questo luogo le cose da vedere sono tantissime 

PALACIO DA PENA 

Patrimonio dell’umanità e residenza dei re portoghesi nel XIX secolo, questa costruzione unica al mondo si trova sulla collina più alta della città e colpisce per l’armoniosa miscela di diversi stili architettonici e per i suoi esterni straordinariamente colorati. 

È una delle cose migliori da visitare a Sintra, Palacio da Pena è il monumento più emblematico e uno dei luoghi più conosciuti d’Europa

Sebbene il suo esterno sia impressionante per la sua bellezza, vale la pena entrare anche all’interno per vedere la cappella, le camere da letto, la sala da pranzo, i soggiorni e la cucina, tutti con mobili dell’epoca in cui vivevano i re. 

Inoltre all’uscita è possibile fare una piacevole passeggiata tra i viali del parco che circonda il palazzo, costellato di laghetti e stagni, alberi provenienti da diversi angoli del mondo e punti panoramici per godere di suggestivi scorci ambientali. 

CASTELO DOS MOUROS

Il Castelo dos Mouros, costruito dagli arabi nel IX secolo su un massiccio e circondato dalla foresta, è un altro dei luoghi da visitare a Sintra.

Il Castelo dos Mouros è stato dichiarato Monumento Nazionale del Portogallo nel 1910, con il quale il governo ha iniziato a mantenerlo e riabilitarlo.

Puoi raggiungere facilmente questo castello dal Palacio da Pena camminando lungo un sentiero tortuoso, noto come Rampa da Pena.

La sua passeggiata sopra le mura offre una vista straordinariamente unica sulla città, sul Palazzo di Pena e, più in lontananza, il verde di queste colline contrasta con il blu dell’Oceano Atlantico.

Si conservano in buono stato le mura castellane con merlature e torri, tra le quali spicca la Torre Reale, che permette di salire sulla sua terrazza e godere della vista della città e dell’oceano.

QUINTA DA REGALEIRA

Quinta da Regaleira, è un palazzo che si trova a soli 10 minuti a piedi dal centro di Sintra.

Fu costruito all’inizio del s. XX del milionario Antonio Augusto Carvalho Monteiro (1848-1920) che riuscì a concretizzare qui uno dei suoi sogni, con l’aiuto del paesaggista Luigi Manini (1848-1936), è anche conosciuta con il nome di Palácio do Monteiro dos Milhões.

È una bellissima dimora gotica circondata da giardini, grotte e laghi che sembrano usciti da una favola per bambini.

Particolarmente degna di nota è la Cappella della Santissima Trinità che permette di scendere alla cripta e anche di scendere una scala a chiocciola fino al monumentale pozzo di iniziazione dove il visitatore attraversa una grotta che conduce ad un sorprendente laghetto situato al centro dei giardini.

PALAZZO NAZIONALE DI SINTRA

Il Palazzo Nazionale, originariamente in stile arabo e ristrutturato nel XV secolo in stile manuelino.

Costruito in una miscela di stili medievale, gotico, manuelino e rinascimentale, è anche incluso tra gli elementi protetti come patrimonio mondiale dell’UNESCO .

È facilmente riconoscibile dalle due torri a forma di camino che sporgono dai tetti di Sintra.

Il palazzo è stato ricostruito su un precedente in stile arabo, quindi ci sono esempi di questo tipo di architettura, come le pareti ricoperte di piastrelle e i caratteristici archi arabi.

La visita al palazzo si fa come se fosse un museo, e si visitano le diverse stanze e stanze del palazzo, da non perdere la Sala dos Archeiros, la Sala Moura, la Sala das Pegas, la Sala dos Cisnes e la Sala dos Brasoes.

CONVENTO DOS CAPUCHOS

Il Convento dos Capuchos si trova all’interno del Parco Naturale della Sierra de Sintra, a circa 7 km dalla città.

Si trova nel parco naturale di Sintra a meno di un’ora da Estoril. 

È un luogo perfetto per trascorre parte della giornata, unisce storia e natura. 

Il convento appare totalmente integrato nel bosco che lo circonda, costituendo anche un luogo dall’importante valenza naturalistica.

Il convento fu costruito nel 1560 e una delle sue caratteristiche principali è l’estrema austerità nella sua costruzione, nonché l’uso del sughero nell’isolamento dell’edificio e nei motivi decorativi. 

Il monastero, originariamente chiamato Convento di Santa Cruz dos Capuchos , fu costruito da Alvaro de Castro, figlio del Viceré delle Indie, nel XVI secolo. 

All’interno del complesso troviamo la cappella del Senhor dos Pasos, dove si possono ancora vedere resti di piastrelle azzurre raffiguranti scene della Passione di Cristo e la chiesa, alla cui sinistra si trova la Sala do Coro Alto, dove si cantavano canti durante le messe.

Cascais

Cascais è stata storicamente legata alle classi alte della società e questo rapporto iniziò nel 1870, grazie alla famiglia reale portoghese che trasformò la regione in un luogo che divenne attraente per la nobiltà e l’aristocrazia, sia a livello nazionale che internazionale.

La presenza a Cascais del re Umberto d’Italia, dei re di Bulgaria, degli arciduchi d’Austria e Ungheria e dei principi del Giappone fece di questa cittadina costiera una meta dell’alta borghesia europea, rivaleggiando anche con altre località come Monaco.

Cascais si trova a soli 20 minuti di macchina dal centro di Lisbona.

Oggi Cascais è una località balneare piena di vita che non ha perso il suo carattere aristocratico ma non dimentica nemmeno il suo passato marittimo.

Per gli amanti del Surf le onde di Cascais sono tra le grandi mecche del surf in Europa.

Oggi sempre più turisti decidono di visitare Cascais e godersi le numerose spiagge, musei e attrazioni che offre. 

Il suo piccolo centro storico ospita numerosi ristoranti, bar e negozi, mentre le piazze e il suo lungomare ci offrono viste spettacolari sull’oceano.

Anche a Cascais ci sono moltissime cose da vedere come:

MERCATO DI CASCAIS 

Conosciuto anche come Mercado da Vila, sebbene alcune delle sue aree siano aperte tutti i giorni, per godersi il colorato e più affascinante mercato di Villa de Cascais è necessario visitarlo il mercoledì e il sabato, periodo in cui vengono posizionate tutte le bancarelle di prodotti freschi.

FARO DE SANTA MARTA

Il faro blu e bianco, che sorge dal Forte di Santa Marta, guida le navi in entrata e in uscita dall’estuario del Tago dal 1868. 

Fondato nel XVII secolo accanto alla Casa de Santa María, il Faro di Santa Marta fa parte di un complesso monumentale situato all’estremità meridionale di Cascais.

La scogliera che ora occupa il faro era originariamente occupata da un forte militare, costruito a metà del XVII secolo.

Il Museo del Faro di Santa Marta si trova accanto alla Casa de Santa Marta, ed è attualmente uno spazio di svago e culturale pur mantenendo la sua funzione di faro.

All’interno del museo, potrai ammirare e conoscere i diversi fari del Portogallo, la storia della navigazione e le curiosità sul mestiere del guardiano del faro.

Inoltre, se sei interessato, puoi rimanere a guardare Lighthouses of Portugal, un documentario mostrato nel museo stesso, che è incluso nella visita.

CENTRO DI CASCAIS  

Il centro storico di Cascais è bellissimo. 

La sensazione delle passeggiate mattutine per i vicoli assonnati, vedendo la gente del posto sorseggiare il loro caffè, è davvero unica.

Cascais è piccola e adatta ai pedoni, quindi puoi vederla tutta in circa un’ora. 

C’è un ambiente elegante in queste strade, nelle sue boutique, ristoranti e caffè. Le piazze e i marciapiedi sono pavimentati con calçada portuguesa, mosaici in vari modelli.

La principale strada pedonale è Rua Frederico Arouca, con una pavimentazione a onde molto portoghese.

Inizia dalla spiaggia di Praia da Rainha e termina in una delle strade principali della città, Alameda dos Combatentes da Grande Guerra, fiancheggiata da palme e numerosi ristoranti. 

Dietro c’è Largo Luís de Camões, una piccola piazza attraente con ancora più posti dove mangiare e bere, e a pochi metri da lì c’è la piazza principale, Praça 5 de Outubro.

BOCCA DELL’INFERNO

La Boca do Inferno è una grotta formata dalle onde del mare che colpiscono gli scogli, e si trova sulla costa che collega Cascais con Estoril.

L’erosione ha formato specie di grotte dove l’acqua entrando e impattando produce un suono infernale che dà il nome al luogo.

Il suono viene prodotto solo quando il mare è agitato e le onde si infrangono violentemente.

A Boca del Infierno possiamo prenderci del tempo per goderci i panorami offerti dal suo belvedere e il rumore che fa il mare quando colpisce gli scogli. Paradossalmente, più il tempo è peggiore e più aumenta la bellezza del luogo.

Pensieri per concludere

Il Portogallo è un paese di grandi tradizioni e da una storia millenaria. 

Lisbona non ha nulla da invidiare alle maggiori capitali Europee. 

Tradizione e modernità si mescolano in maniera perfetta il tutto condito dalla storia millenaria della marina Portoghese e dei suoi grandi conquistatori.

I palazzi ed i monumenti di Sintra circondata da una ricca foresta rendono questo luogo magico, si tocca con mano la storia dei suoi castelli e delle sue storie e leggende.

Cascais è un luogo di vacanza che d’estate pullula di vita, i palazzi e le ville testimoniano il boom turistico che attirò l’alta borghesia portoghese nel XVIII secolo, quando Cascais fu scelta dalla famiglia reale come luogo di villeggiatura estivo.



Continua a leggere le storie di nomadismo digitale
Leggi le altre guide

CREA CONTENUTI CHE

CONVERTONO OGGI!

WEBINAR GRATUITO CON WILDFLOWERMOOD CON SCONTO SUI CORSI VALIDO SOLO PER 24 ORE!

“I 4 ERRORI CHE COMMETTONO TUTTI I CONTENT CREATOR CHE NON RIESCONO A CRESCERE SUI SOCIAL”

QUESTA OFFERTA SCADE TRA:

Giorni
Ore
Minuti
Secondi