La guida completa su come diventare un Travel blogger: strategie, consigli e la mia esperienza

Creare un blog di successo non è una passeggiata, ma se lavori nel modo corretto potresti far diventare presto la tua passione un lavoro.

Vediamo come partire da zero per diventare un (travel) blogger.

profilo-wildflowermood-170x170
Wildflowermood logo love

NOMADE DIGITALE – CONTENT CREATOR – DIGITAL MARKETING

‖ YOUTUBE +160K  ⨺ INSTAGRAM: +127K ⨺ PINTEREST +500K VISITE MENSILI ‖

Come diventare un travel blogger? Come ottenere traffico organico? Come monetizzare un blog? 

Non preoccuparti se stai partendo da zero e non sai da dove iniziare, in questa guida vedremo ogni passaggio per diventare un travel blogger.

Anche io ho iniziato da zero.

Mi presento: sono Francesca Ruvolo, Wildflowermood sul web, viaggiatrice da sempre ma nomade digitale dal 2015 ed esperta in marketing digitale.

Sappi infatti che questi consigli possono essere applicati a qualsiasi tipologia di blog tu intenda creare.

Questi passaggi non solo ti porteranno un nuovo pubblico, ma ti insegneranno anche come costruire solide relazioni con gli influencer nel settore prescelto, il che porterà a preziose opportunità di networking e guadagni.

Vediamo quindi ora cosa hanno fatto la maggior parte degli YouTuber e dei blogger che hanno avuto successo nel loro campo.

Seguimi.

Non ti perdere.
Questo è l'indice per questa guida:

La mia guida completa per diventare un Travel blogger

L’importanza dell’audience: trova la tua nicchia

Il primo passo che dovrai fare, come creatore di contenuti, è trovare una nicchia. 

Per nicchia si intende la tipologia di pubblico alla quale vuoi rivolgerti.

E no non puoi parlare a tutti, ricorda: cercare di parlare a tutti è come parlare con nessuno.

La tua comunicazione, per essere davvero efficace, dovrà essere sempre specifica per una nicchia.

Dovrà essere polarizzante.

Crea contenuti originali e autentici

Hai scelto l’argomento di cui parlerai nel tuo blog?

Bene.

Ora, il primo passo da fare, sarà quindi un’approfondita ricerca per parole chiave: puoi iniziare semplicemente digitando nei motori di ricerca, come Google, le parole chiave che pensi il tuo pubblico possa cercare.

In questo modo troverai anche altri contenuti dei tuoi competitor.

Ad esempio, se stai creando un blog dedicato al Van Life, dovresti cercare sui motori di ricerca “Van Life” e tutte le parole correlate a questo tema. In questo modo riuscirai a trovare altri blog che stanno già discutendo su come viaggiare e vivere in Van

A questo punto, dovrai creare un elenco di idee che potrai utilizzare per creare i contenuti del tuo blog, prendendo spunto anche dai blog dei tuoi competitor.

Ma attenzione, prendere spunto non significa copiare!

I tuoi contenuti, per avere successo, dovranno essere originali, autentici e dare qualcosa di nuovo alla tua nicchia.

Stai scrivendo davvero per i tuoi lettori?

Quando crei i contenuti per il tuo blog, dovrai tenere sempre in mente che stai scrivendo per i tuoi lettori e per nessun altro.

Cosa significa?

Significa parlare e scrivere con un tono di voce adeguato, parlare di argomenti interessanti per loro e creare contenuti che siano davvero utili.

Certo, sicuramente è importante avere una varietà di contenuti sul tuo blog o canale, ma è importante che i contenuti siano correlati tra di loro.

Dopotutto, se il tuo canale parla di Van Life, non ha senso postare consigli su moda e bellezza.

come prenotare voli low cost wildflowermood

Crea contenuti di qualità

Creare contenuti di qualità significa diventare autorevole nella tua nicchia, ti farà distinguere dagli altri blogger nel tuo campo e riuscirai a creare contenuti di qualità.

Non ti preoccupare, questa conoscenza arriverà con il tempo. 

Ora concentrati su ciò che ami e tuffati a capofitto nella lettura, nella visione e nell’apprendimento di esso ogni giorno, in modo da poter diventare un esperto assoluto dell’argomento nella tua nicchia. 

Cerca informazioni di interesse per la tua nicchia

Una volta identificata la tua nicchia, dovrai rimanere costantemente aggiornato su questo mondo.

Dovrai scrivi su argomenti che sono di tendenza, qualcosa che i lettori vogliono e devono sapere. 

Segui da vicino la tua nicchia per sapere cosa sta succedendo nel settore e cosa vogliono sapere i tuoi lettori: essere tra i primi a parlare di informazioni di interesse del settore ti darà un enorme vantaggio competitivo.

parla di esperienze personali

Parlare di un argomento e confutarlo attraverso casi di studio e tue esperienza personali farà tutta la differenza del mondo.

Alle persone non bastano le parole.

Per riuscire ad essere davvero autorevole è necessario abbinare alle parole dei fatti. Proprio per questo motivo parlare delle tue esperienze personali ti renderà più umano e, trattarle come casi studio, renderà più veritiero e autorevole tutto ciò che dirai.

Per fare un esempio, è come se io parlassi di lavorare come nomade digitale, senza esserlo. Oppure di valigia minimale, senza essere una vera minimalista. Che credibilità avrei?

Crea contenuti unici

Sii innovativo: mentre cerchi argomenti di cui scrivere, cerca nicchie che ti offrano l’opportunità di essere innovativo. 

Cosa significa?

Significa che dovrai cercare le micro-nicchie per riuscire ad entrare in un angolo unico che non è coperta da altri blogger della tua stessa nicchia.

Facciamo un esempio: la nicchia del travel blogging è composta da micro-nicchie come viaggi low-cost, nomadismo digitale, viaggi lussuosi ecc…

Vero, creare una micro-nicchia significa parlare ad un pubblico numericamente più ristretto, ma questo ti da anche più possibilità di posizionarti come esperto di settore. Questo perchè hai meno competitors e meno persone da raggiungere.

Se scrivi per una nicchia satura di contenuti, sarà sicuramente una strada in salita per ottenere lettori.

Ad oggi il mondo è pieno di blogger e traver blogger, per questo è importante distinguersi e creare contenuti unici ed apprezzati.

Cosa fare a Lanzarote wildflowermood

Cura il tuo blog

Se desideri creare ottimi contenuti per il tuo blog, dovrai tenere conto di alcuni aspetti fondamentali.

Vediamoli assieme.

Copywriting

Il copywriting è la capacità di saper scrivere nel tono di voce adeguato ed efficace per un brand e, grazie alla scrittura persuasiva, riuscire a far compiere un’azione al lettore.

Nel caso di un travel blog le CTA (Call To Action) potranno riguardare l’invito a seguirti su altri social, alla lettura di altri articoli o all’iscrizione di una newsletter.

A meno che tu non abbia altri business correlati, come corsi di formazione, viaggi di gruppo organizzati o programmi di affiliate marketing.

Come prima cosa, un bravo copywriter, non pubblica contenuti superficiali, ma entra in profondità sugli argomenti per infondere più autorevolezza e creare contenuti davvero utili.

Scrivere di ciò che conosci bene e raccontare aneddoti personali, ti aiuterà anche a rendere i tuoi contenuti riconoscibili e reali.

A livello tecnico, ogni post dovrebbe avere un inizio, una parte centrale e una fine:

  • un titolo accattivante ma che contenga anche la parola chiave con cui vuoi posizionati, ti aiuterà ad invogliare il tuo pubblico ad aprire il tuo contenuto;
  • un corpo del testo incalzante, utile e con informazioni uniche, porteranno il lettore a seguirti per tutto il testo;
  • la conclusione, oltre che il contenuto centrale, è il luogo perfetto per inserire alcune CTA per portare il lettore a compiere un’azione.

Come parla il tuo brand: tone of voice

Il tono di voce del tuo blog è anche il tono di voce del tuo brand.

Come vuoi che si sentano i tuoi lettori quando leggono? Vuoi che siano rilassati, ottimisti o stimolati? 

Il tono di voce dovrà essere adatto alla tua nicchia di riferimento se vuoi essere ascoltato.

E nelle lezioni di brandign in WildCreatorAcademy questo aspetto viene approfondito molto bene.

Un blog di viaggi low cost avrà sicuramente un tone of voice differente rispetto ad un blog che parla di viaggi di lusso, non credi?

Anche gli argomenti saranno per lo più differenti: non pubblicherei mai un articolo che parla di voli low cost se avessi un blog che parla di viaggi di lusso.

Questo accade proprio perchè il “cliente tipo” è totalmente differente.

Ma c’è una cosa che li accomuna: ogni lettore percepisce la passione di un blogger quando scrive, e questo farà la differenza, credimi. 

Far emozionare il lettore è il tuo obiettivo: scegli quindi un tono di voce che susciti in lui determinate emozioni.

aspetti tecnici del tuo sito: cerca un professionista

Creare contenuti da vero copywriter ed utilizzare il tono di voce adeguato però non basta.

E no, non basta nemmeno pubblicare contenuti bomba!

Un blog, come qualsiasi sito, ha bisogno di aspetti tecnici per funzionare al meglio.

Non sottovalutare questo, in quanto, la funzionalità del tuo sito, può davvero incidere sul tuo posizionamento organico, sulla fruibilità dei tuoi contenuti e quindi sul tuo successo come travel blogger.

Se non conosci quindi bene determinati aspetti tecnici, cerca un professionista del settore, come un tecnico informatico ed un SEO expert, che possa supportarti, perlomeno nel momento del bisogno.

sintra: cosa fare a lisbona

L’importanza della SEO per il tuo sito

Ora che hai trovato altri contenuti rilevante per la tua nicchia, è tempo di ottimizzare i tuoi contenuti.  

Dovresti aggiungere parole chiave e informazioni pertinenti in modo da aumentare le probabilità che le persone facciano clic sui risultati della tua ricerca.  

Questo aiuterà anche con il posizionamento nelle ricerche di Google, che è il modo in cui gli spettatori ti trovano.  

1) Tag del titolo : Meta tag che contiene parole chiave relative al tuo argomento, la lunghezza è limitata a 70 caratteri. Il tag del titolo deve contenere almeno 3-4 parole chiave. 

2) Corpo: qui è dove metti le tue parole chiave principali. 

3) Densità delle parole chiave: cerca di mantenerla a un minimo dell’1%, ma senza esagerare.

4) Conclusione: invita il pubblico a concentrarsi sul tuo prossimo contenuto, per mantenerli all’interno del tuo sito. 

5) Contenuti SEO friendly: dovresti sempre cercare di rendere i tuoi contenuti SEO friendly per posizionarti al meglio nelle pagine dei risultati dei motori di ricerca (SERP).

Contenuti media: foto e video

Il passaggio successivo è la creazione di video e foto che le persone vogliono guardare! 

Ricorda che, arricchire il tuo blog con immagini e video, renderà più piacevole la lettura del tuo contenuto e ti aiuterà a fidelizzare il pubblico (magari indirizzandolo anche in altre tue pagine).

Ma non solo.

Aiuterà anche la SEO: creare e caricare contenuti inediti ed ottimizzati (ottima qualità e nome che contenga la parola chiave), è un ottimo modo per aiutare Google ad indicizzare le pagine del tuo blog ed aumentare il tempo di permanenza dei lettori. 

Creare foto e video efficaci può essere difficile, ma è dannatamente importante. Proprio per questo, se non te la cavi ancora bene, ti consiglio di seguire un corso di formazione per content creator.

È importante seguire un processo per la creazione di video e foto.

Questo processo include le fasi di pre-produzione, produzione e post-produzione. 

Puoi realizzare diverse tipologie di formati, aprendo ad esempio un canale Youtube o creando reels su Instagram, con scopi differenti per coinvolgere il pubblico. 

Le due tipologie di video e foto principali si possono raggruppare a queste due macro categoria:

Media creativi: sono ottimi per insegnare nuovi concetti, mostrare filmati dietro le quinte ed evidenziare un prodotto. Sono anche un ottimo modo per integrare i tuoi video didattici con l’intrattenimento.

Media informativi: sono ottimi per insegnare un argomento in un ambiente accademico, fornire un contesto per storie o rispondere alle domande frequenti. Questo tipo di video è il migliore se stai presentando il tuo lavoro, le tue conoscenze o aiutare i tuoi utenti ad apprendere nuove informazioni, curiosità o competenze.

La tua presenza sui social media

Le piattaforme digitali di oggi ci forniscono tutto ciò di cui abbiamo bisogno per creare connessioni in rete e creare un marchio, tra cui piattaforme di blogging di successo come WordPress, Medium o Tumblr. 

Tuttavia, un programma di pubblicazione attivo e aggiornato con i follower attraverso dei social media, è ad oggi essenziale. 

I social media, come Instagram e YouTube, sono potenti piattaforme digitale che hanno il grande potenziale di permetterci di parlare con un vastissimo pubblico, anche in tempo reale. 

Il social media marketing è una parte essenziale di qualsiasi strategia di marketing, anche per diventare travel blogger.

L’obiettivo principale del social media marketing è quello di fornire una “conversazione” con follower e potenziali clienti.

Instagram travel blogger

Se vuoi diventare un travel blogger di successo sarà davvero importante utilizzare Instagram, uno dei social network più utilizzati ad oggi.

Instagram ti permette di pubblicare diverse tipologie di contenuti, come video e foto, con obiettivi diversi tra di loro.

Ti consiglio di iscriverti alla mia scuola per content creator WildCreatorAcademy, dove troverai diverse lezioni per creare una pagina Instagram di successo.

Pubblicare post e reels ti permette di espandere la tua community, di creare connessione empatica con i tuoi followers e di mantenerli aggiornati su ogni tuo spostamento o novità di business.

Instagram ha anche una grandissima utilità per quanto riguarda il blog: ogni volta che pubblichi un nuovo contenuto sul tuo sito, potrai pubblicizzarlo sulla tua pagina Instagram, in modo da creare traffico al tuo sito web.

Come usare Youtube

Anche YouTube può diventare una piattaforma davvero importante per accrescere il tuo blog, la tua reputazione e la tua brand identity.

Cosa c’è di meglio di un video per parlare di viaggi e raccontare della tua vita?

Ecco perchè per un travel blogger è così importante aprire un proprio canale YouTube.

Il canale YouTube di un travel blogger potrà essere ricco delle sue avventure/disavventure, dei suoi itinerari, dei racconti della sua vita quotidiana e dei suoi consigli da vero viaggiatore.

 Anche in questo caso ti consiglio di sbirciare in WildCreatorAcademy, dove non solo imparerai a creare un canale YouTube di successo ed a guadagnare come un vero YouTuber, ma potrai anche imparare a girare contenuti video pazzeschi!

Le relazioni con altri travel blogger

Creare una relazione sana e duratura con blogger di spicco potrebbe aiutarti a far crescere il tuo blog: grazie all’influencer marketing.

Ecco 7 tecniche facili e veloci per farlo.

1) Costruisci rilevanza: che si tratti di qualità, tono o argomento. Questo può essere fatto leggendo altri articoli che hanno scritto, di cosa scrivono in genere e ponendo loro domande pertinenti su avvenimenti attuali. L’obiettivo è dimostrare che tieni a loro e sei coinvolto nei loro progetti e contenuti.

2) Condividi i loro contenuti: ricordi quando ti sei emozionato dopo aver ricevuto una notifica di condivisione del tuo post? lo apprezzeranno. E farà piacere anche ai tuoi followers che percepiranno in te umiltà e saranno grati di esser venuti a conoscenza di nuovi argomenti e pagine interessanti. 

3) Approvazione competitiva: crea e coltiva buone relazioni con gli altri blogger nella tua nicchia. Questo ti aiuterà a competere con loro e ottenere la loro approvazione, oltre a mantenere un blog sano! 

4) Incoraggiali: mantieni aggiornati gli influencer su novità ed iniziative di settore e legate al tuo brand.

5) Coltivali: invia agli altri blogger e-mail regolari che informano loro delle modifiche al tuo blog. Questo li mantiene interessati e coinvolti nella vostra relazione.

6) Mantieni una linea aperta: assicurati di rimanere in contatto con loro in modo che sappiano cosa stai facendo in quel periodo, potrebbero aver piacere di condividere le tue novità con i loro follower o visitatori.

Guest post

Oltre che di persona e sui social network, è possibile creare delle relazioni tra diversi blog grazie ai “guest post”.

I guest post sono dei blog post che vengono pubblicati e che andranno a linkare una risorsa esterna, come il tuo blog di viaggi.

Quando un altro blog autorevole linka il tuo blog, questo ne aumenterà l’autorevolezza, il traffico e anche il posizionamento organico.

Ti spiego meglio.

Se un blog X linka un articolo del blog Y per un argomento inerente, il blog Y acquisisce autorevolezza agli occhi dei lettori perchè riconoscono che è stato preso come figura di riferimento, acquisisce autorevolezza anche agli occhi di Google che lo posizionerà meglio, e di conseguenza aumenterà anche il numero delle visite dei lettori.

Eventi di settore

Fare network con altri travel blogger è davvero importantissimo.

Oltre che online, man mano che il tuo brand crescerà, ti capiterà di conoscere altri content creator a degli eventi di settore.

Sono eventi stimolanti, divertenti e che permettono un bellissimo scambio di idee, di consigli e di esperienze.

Il mondo del travel blogging è ad oggi un mondo davvero ricco, sia come numero di blogger esistenti ma anche come numero di opportunità.

Per questo motivo cerca di andare a più eventi possibili, stringi le relazioni con i blogger che conosci in modo da farti invitare ai prossimi eventi, ma non dimenticare di invitare a tua volta.

Pensieri per concludere

Un blog di viaggio è un ottimo modo per documentare e condividere il tuo amore per i viaggi, ma può anche portare ad un potenziale reddito.

Ma non demoralizzarti, non inizierai a guadagnare da subito: tu intanto inizia a parlare della tua passione, sii costante, e vedi dove ti porta.

Ma se vuoi iniziare con il piede giusto per diventare un content creator di successo, iscriviti alla WildCreatorAcademy, dove potrai trovare tanti corsi, creati da altre content creator di successo.

Continua a leggere le storie di nomadismo digitale
Leggi le altre guide

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *